Auto elettriche in Italia: un mercato ancora di nicchia
sulla notizia

 
Aziende  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Auto elettriche in Italia: un mercato ancora di nicchia

I vantaggi legati all’uso degli ZEV

Auto elettriche in Italia: un mercato ancora di nicchia

I vantaggi legati all’uso degli ZEV (acronimo che sta per Zero Emission Vehicles), ovvero le auto elettriche, protagoniste silenziose - in tutti i sensi - dell’avvento della mobilità green in vari paesi europei, si misurano essenzialmente in termini di ridotto impatto ambientale e tangibili ricadute sulla qualità dell’aria che respiriamo nei centri urbani, a tutto vantaggio della nostra salute.

 La questione, purtroppo, è ben differente in termini puramente economici, giacché rispetto a veicoli convenzionali, all’indubbia convenienza in relazione alle spese legate al combustibile  si contrappone ancora un prezzo di acquisto comparativamente molto elevato, che incide pesantemente sui tempi di ammortamento per l’investimento realizzato. A sfavore dei veicoli a emissioni zero, infatti, pesano ancora i costi elevati per la produzione delle batterie (pari a mediamente il 25-30% sul prezzo finale degli ZEV) ma anche la limitata autonomia - attualmente intorno ai 140 chilometri -  che per il momento li relega essenzialmente all’uso in ambito urbano.

  Nonostante gli automobilisti nostrani percorrano nei giorni lavorativi una media di 50-60 km, si intuisce come la crescita dei volumi di mercato relativi al segmento dipendano anche dalla progressiva diffusione di soluzioni alternative, come gli avanzati sistemi di ricarica wireless già testati da Tesla, o il ‘range extender’, piccolo motore termico in grado di aumentare l’autonomia delle auto elettriche ad oltre 300 km; la tecnologia è disponibile per ora solo su due modelli, la Bmw i3 e la seconda versione della Chevrolet Volt, disponibile in Italia a partire dalla seconda metà di quest’anno.

 

 Tornando però al problema principale, quello del costo iniziale di acquisto, senza considerare la Renault Twizy - vettura con un prezzo intorno ai 7mila euro, ma ufficialmente omologata come quadriciclo -, per un modello ‘popolare’ di auto elettrica si parte infatti dai 18mila euro della Nissan Leaf, la più venduta nel segmento, senza considerare che al salasso iniziale può aggiungersi il canone per il noleggio delle batterie, imposto dalle case produttrici in cambio della garanzia sulle stesse, e che può ammontare anche ai  200 euro mensili.

  In compenso, un'automobile elettrica permette senza dubbio un netto risparmio rispetto ai veicoli con motore a benzina o gasolio, non solo dal punto di vista dei consumi e della manutenzione, ma anche in ragione delle numerose agevolazioni, quali ad esempio i costi assicurativi ridotti ad un terzo rispetto ai veicoli tradizionali, l’esenzione dal pagamento del bollo per cinque anni e con sensibili riduzioni previste anche dopo il periodo iniziale, nonché la possibilità di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu e di circolare nelle ZTL e corsie preferenziali in molte città.

 

  Tali benefici si scontrano però, soprattutto in Italia, con un pesante ritardo nell’adeguamento infrastrutturale delle nostre principali città, che in confronto a quelle degli altri paesi europei si caratterizzano per la scarsa presenza di  colonnine per la ricarica; anche alla luce di questo fattore chiave è dunque possibile intuire perché, pur a fronte di un incremento dell’87% nelle immatricolazioni nei primi mesi del 2015, il mercato dei veicoli elettrici nel Belpaese stenti a decollare, caratterizzandosi come decisamente di nicchia, con una quota di mercato di un millesimo rispetto al numero di autoveicoli immatricolati.

 
AZIENDE
 
AZIENDE
AGENZIA PROGETTAZIONE EVENTI
DISINFESTAZIONE MODENA
FUNZIONALITÀ E PECULIARITÀ DEI MARTINETTI
ASSISTENZA E MANUTENZIONE CALDAIA PROFESSIONALI A ROMA
DRY-TECH: SEMPRE AL TUO FIANCO PER UN SUCCESSO GARANTITO
L’ARTE DELL’ORGANIZZAZIONE EVENTI: IDEE, CONSIGLI E SOLUZIONI PER EVENTI PERFETTI
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610