Fimosi primitiva e secondaria
sulla notizia

 
Benessere  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Fimosi primitiva e secondaria

La fimosi è una malattia, più o meno seria a seconda dei casi, che può colpire gli uomini ed interessa la zona del prepuzio.

Fimosi primitiva e secondaria

Tale patologia consiste nel restringimento della pelle che forma l’orifizio prepuziale e comporta l’impossibilità, da parte di un uomo, di far scorrere in modo autonomo il prepuzio.

La fimosi può essere di diversi tipi, è possibile fare una prima distinzione tra fimosi primitiva e secondaria.

Nel primo caso, quello in cui si è affetti da una fimosi primitiva, la zona del prepuzio è più stretta rispetto alle dimensioni che dovrebbe avere solitamente, la persona che è affetta da questo tipo di fimosi si accorge subito che qualcosa non va, infatti, non riesce a liberare il glande dalla pelle che lo ricopre, il prepuzio, quindi, è bloccato.

Tale situazione può portare ad una infiammazione di tutta la zona che comprende prepuzio, glande e frenulo ed è più alto il rischio di contrarre alcuni tipi di infezioni, tra le quali le più comuni sono le balaniti e le balanopostiti, queste, nella maggior parte dei casi, generano dei fastidi, come prurito, bruciore ed infezioni alle vie urinarie.

Invece, nel caso in cui si contrae una fimosi di tipo secondaria, la zona del prepuzio appare di colore più chiaro rispetto al solito e tutta la zona che lo racchiude si presenta molto doppia, questa situazione ha come conseguenza la ritenzione del glande e dell’intera zona circostante, compresi frenulo e meato uretrale.

Nel caso in cui non si manifestano infezioni, la fimosi, non risulta dolorosa ma è comunque molto fastidiosa, in particolar modo per un uomo di età adulta, il quale può avere dei problemi, più o meno seri, nel corso di un rapporto intimo.

Per tutti questi motivi la fimosi va sempre curata, anche perché, a lungo andare, può contribuire all’insorgenza di gravi malattie, come il cancro al pene.

Il metodo più utilizzato per guarire dalla fimosi consiste nel praticare al paziente che ne è affetto una circoncisione, tale pratica chirurgica consiste nella asportazione della pelle che forma il prepuzio.

Ma, la circoncisione, non è il solo rimedio disponibile oggi, anche se è stato quello maggiormente adoperato fino a qualche decennio fa. Oggi, invece, esistono altri trattamenti possibili e che, spesso, possono evitare il ricorso alla circoncisione. Questi nuovi rimedi consistono nella assunzione di alcuni farmaci a base steroidea e nella applicazione di pomata al cortisone, tali terapie, se la fimosi non è ad un livello particolarmente grave possono portare ad una completa guarigione.

 
BENESSERE
IPNOSI
 
BENESSERE
ALIMENTAZIONE VEGETALE IN GRAVIDANZA
I NONNI E I PROBLEMI DI UDITO
PRODOTTI NATURALI PER IL PROPRIO CORPO: UN TREND IN CONTINUA CRESCITA
L'AFRICA E L'ENERGIA SOLARE, UNA TERRA TUTTA DA SCOPRIRE
PIANTE MAGICHE: IL SITO DELLE ERBE E DELLE PIANTE OFFICINALI
INADEGUATA IGIENE ORALE: I COSTI E I DANNI DELLE MALATTIE DEI DENTI
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610