La Guerra dell’Acqua
sulla notizia

 
Benessere  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

La Guerra dell’Acqua

Si sta riacutizzando la “Guerra dell’Acqua”- la lotta tra i produttori di Acque Minerali in Bottiglia e i sostenitori delle acque degli acquedotti, la cosiddetta “San Rubinetto”. I depuratori d’acqua domestici sono la soluzione per tutti i gusti.

La Guerra dell’Acqua

A suon di spot pubblicitari, articoli e perfino cartoni animati, i sostenitori dell’Acqua San Rubinetto accusano le Acque Minerali in bottiglia di ogni nefandezza – mancanza di controlli, inquinamento, costi esorbitanti e perfino danni alla salute. I produttori di Acque in bottiglia rispondono con le stesse armi e col sostegno di molti testimonial a difesa della mitica Minerale.

Tutti affermano di agire negli “interessi dei cittadini” o per “il bene dei consumatori” informandoci della presunta mancanza di analisi, dei miliardi di bottiglie di plastica gettate nella spazzatura ogni anno - dall’altra sponda si propaganda quanto le acque di rubinetto siano in pratica acque fogne riciclate, imbevibili e inadatte a dei palati raffinati come quelli Italiani, mentre le acque in bottiglia vengono dall’alta montagna, purissime, salutari ecc. La tipica controversia “all’italiana” col “Partito del Sì” e il “Partito del No”. Ridicolo.

Che certezza abbiamo che tutto quello che viene scritto e detto da ambo le parti sia veramente nell’interesse del cittadino? E’ molto più probabile che si tratti solo d’interessi economici e/o ideologici.

Se diventassimo così “interessati all’ambiente” da smettere di comprare la minerale in bottiglia, centinaia di migliaia di persone finirebbero sul lastrico (queste industrie danno lavoro a più di 40,000 persone; con l’indotto dei negozi, trasporti, bar, macchinette distributrici ecc. si arriva a centinaia di migliaia di famiglie che hanno a che fare con le acque in bottiglia e che finirebbero sul lastrico.) Che cosa farebbero allora gli oppositori della Minerale? Andrebbero in piazza a protestare contro l’aumento della disoccupazione?

Obiettivamente bisogna ammettere che moltissime acque in bottiglia italiane sono veramente buone, oligominerali e leggere, come la Lauretana, la Norda ecc. Altre acque anche se molto pubblicizzate sono invece troppo pesanti. E poi avete mai bevuto minerale danese o inglese? Un vero schifo.  Può darsi allora che gli Italiani siano tra i maggiori consumatori di acque in bottiglia anche per motivi reali di bontà delle acque e non solo perché sono manipolati da lobby anti- ecologiche e dalla pubblicità.  

Ci si dovrebbe chiedere come mai le Acque in bottiglia hanno tutto questo successo in Italia. Sarà solo per il bombardamento del marketing o anche perché per decine di anni le garanzie che ci ha dato l’acqua di rubinetto erano veramente poche mentre il gusto era pessimo?   

D’altro canto si deve ammettere che in molte zone l’acqua di rubinetto è effettivamente potabilissima ed è molto buona e leggera. In alcune località l’acqua di rubinetto ha un residuo fisso di 30 o 40 mg/l come le più leggere acque minerali in commercio! In altre zone l’acqua di rubinetto non ha un buon gusto né buon odore.  E non si sa cosa contenga, dato che è documentato che la maggior parte dei comuni italiani fornisce acqua potabile IN DEROGA al Decreto Legislativo N. 31 del 2/2001 che recepisce nella legislazione nazionale (DPR 236/88) le prescrizioni della direttiva dell'Unione Europea 98/83/CE)-.

 Moltissimi comuni hanno alzato i valori massimi dell’Arsenico da 10 mg a 50mg/l –Quindi non ha nessun senso accusare le acque in bottiglia di avere dei requisiti di potabilità più blandi se le acque comunali sono praticamente tutte in deroga a questi livelli massimi, e se le acque in bottiglia sgorgano in alta montagna dove sono certamente più pure di natura al contrario di quelle che vengono “rese potabili” dagli acquedotti prendendole nelle falde, acque reflue ecc.

Per maggiori info sull’acqua dai nostri rubinetti vedi www.cheacquabeviamo.it/main.htm per maggiori informazioni sulle caratteristiche delle acque minerali vedi la tabella di Vincent .

Questa “Guerra dell’Acqua” è quindi inutile. Nessuna delle accuse che si fanno a vicenda è dimostrabile fino in fondo. ES: chi ci garantisce che i lavori per costruire gli acquedotti, trasportare l’acqua dalle falde nelle tubature per chilometri fino alle case inquini l’ambiente meno dei Tir che trasportano l’acqua in bottiglia? Una guerra inutile, quindi. Ci sarà chi continua a bere la minerale in bottiglia perché la preferisce e chi continuerà a bere acqua di rubinetto per risparmiare o per altre ragioni.

                         Lasciamo da parte queste stupidaggini e ricominciamo dai fondamenti, cerchiamo di capire le caratteristiche dell’acqua per sapere cosa fare in ogni caso.

Ecco i principali parametri da verificare per determinare la qualità dell’acqua:

1.    RESIDUO FISSO – Indica la quantità di Sali e sostanze disciolte per litro d’acqua.

Sopra di un certo livello (1500) l’acqua è considerata “non potabile” – all’interno di una certa fascia è considerata “minerale” (pesante) al di sotto è considerata leggera o “oligominerale” che significa “con pochi minerali”. Queste sono le acque più buone e salutari. Potete vedere sull’etichetta della bottiglia il Residuo Fisso e scegliere acque che abbiano il RF più basso possibile.

 

2.    CONDUCIBILITA’ ELETTRICA – anche questo è riportato sulle etichette. Il Prof. Vincent uno scienziato Francese ha elaborato una tabella che spiega quanto un’acqua, può creare depositi nel nostro corpo secondo la conducibilità elettrica. Un’acqua che abbia una conducibilità molto bassa è sicuramente poco “depositante” e queste sono le acque migliori acque.

 

3.    SODIO e NITRATI – queste sono le sostanze più dannose disciolte nelle acque. Il Sodio lo sanno tutti. I Nitriti sono meno famosi, anche se segnalano la quantità di “inquinamento” che è entrata nell’acqua con sostanze tipo metalli, insetticidi ecc che l’acqua ha incontrato nel suo passaggio. Più basso è questo valore e più sana è l’acqua. Le acque di sorgente e di montagna di solito hanno meno nitriti e nitrati di quelle di falda che nel loro lungo viaggio raccolgono di tutto.

 

Il dato riportato sull’etichetta è stato verificato in laboratorio, non è detto che una bottiglia di minerale in bottiglia che è rimasta per anni nella plastica o in un deposito al sole ecc abbia veramente questi valori…  per maggiori informazioni sulle acque in bottiglia www.acamspa.com/pdf/Etichetta acque minerali per Web.pdf

 

 

Verificare questi valori nell’acqua di rubinetto.

 

Ci sono varie ditte serie che si occupano di “Trattamento Acqua al Punto d’Uso” (Osmosi Inversa, Addolcitori, Microfiltrazione) che effettuano anche test gratuiti dell’acqua potabile. (esempio www.ecogenia.it; www.acqualifeacquabuona.com  , la Culligan e altri) -  E’ possibile anche fare un analisi “fai da te” con un kit creato dall’Università Bicocca di Milano e che si trova nelle farmacie e parafarmacie. Per un’analisi chimico-fisica della propria acqua di rubinetto ci si può rivolgere all’ASL competente o a ditte specializzate come la Redox di Brescia e altre.

 

 

IL DEPURATORE D’ACQUA DOMESTICO.

Una soluzione sicura riguardo alle acque potabili è probabilmente la più vecchia e diffusa sul mercato. Si tratta dell’OSMOSI INVERSA. E’ usata per produrre acqua potabile dall’acqua di mare negli impianti di desalinizzazione. E’ usata nei reparti di Nefrologia degli ospedali, è usata nell’industria farmaceutica. E’ usata da milioni di persone a casa propria. E’ usata a bordo degli Yacht e delle navi per potabilizzare l’acqua di mare. E se la bevono sugli Yacht… possiamo star certi che è buona ed è sicura!

L’Osmosi Inversa consiste nel semplice processo di pompare l’acqua attraverso una membrana che ha dei fori più piccoli della maggior parte delle sostanze disciolte nell’acqua, dai Sali ai metalli ai virus!  In questo modo, senza alterarne la struttura si ottiene un’acqua pura, oligominerale e dolce mentre tutte le impurità sono scartate. L’Osmosi Inversa elimina il 99% o più di tutte le sostanze e microrganismi presenti nell’acqua. Nei migliori impianti è possibile regolare la quantità di Sali disciolti in modo da avere l’acqua che si preferisce. Può essere integrato da un gasatore refrigeratore e fornire acqua frizzante fredda direttamente dal rubinetto!

Un impianto a Osmosi Inversa può servire egregiamente sia i sostenitori dell’acqua di rubinetto sia gli amanti della Minerale. I primi avranno un’acqua ottima a un costo irrisorio direttamente dal rubinetto.  E gli amanti dell’acqua in bottiglia potranno avere gli standard di purezza delle migliori minerali anche nell’acqua che usano per lavare la frutta, per fare la pasta e il risotto! La pasta aumenta di peso del 240% quando è cotta il che significa che assumiamo una notevole quantità d’acqua di rubinetto in questo modo!  Aggiungendo The, Caffè, ghiaccio e tisane otteniamo una grande quantità di acqua di rubinetto che ogni giorno viene “bevuta” anche dai più fedeli “mineralisti”. La pastasciutta, il the o il caffè senza cloro, senza nitrati ecc è tutta un’altra cosa! Quando si lava la verdura con l’acqua di rubinetto, il cloro e altre sostanze finiscono nella verdura.  Invece di lavare la verdura stiamo “lavando l’Acqua”! Con un’acqua purificata dall’osmosi inversa, questo non succede e probabilmente laverete la frutta e la verdura per la prima volta!

Gli affinatori a Osmosi Inversa sono i più potenti ma ci sono anche altre soluzioni, nel caso in cui l’acqua di partenza sia veramente buona (residuo fisso molto basso e assenza di cloro e nitrati). Si tratta della Microfiltrazione, potentissimi filtri che levano odori e sostanze chimiche dall’acqua. Questa è anche la soluzione migliore e approvata dalla legge per uffici, ristoranti, bar ecc che vogliano avere un’acqua sicura per cucinare o da servire ai tavoli in caraffe al posto della più costosa minerale. Qualche detrattore dell’Osmosi Inversa nel tentativo di vendere qualcos’altro afferma che togliere troppi minerali dall’acqua fa male alla salute.  Questa è una bugia. A tal proposito cito una delle tante ricerche scientifiche fatte in proposito.

"Relazione medica su acqua potabile destinata al consumo umano depurata con il processo dell'osmosi inversa - redatta dall'Istituto di Patologia Medica e di Metodologia Medica dell'Università di Barcellona (Spagna).
· Nel regno animale le cellule possono assimilare solamente i Sali già assimilati dai vegetali.
· I Sali provenienti dalle acque provocano un sovraccarico nel sangue, depositi minerali provocano i mali che conducono alla senescenza prematura, litiasi, concrezioni polmonari e celebrali, artrite, arteriosclerosi, sordità, cataratta, trombosi, cancro.
· L'acqua da osmosi inversa ha un residuo fisso eccezionalmente basso è una delle acque più leggere esistenti. Nessuna controindicazione è stata rilevata nell'uso continuativo dell'acqua osmotizzata. L'acqua osmotizzata determina un'attiva eliminazione delle scorie, trova utile applicazione nell'uso normale quotidiano.
· L'acqua minimamente mineralizzata ... è consigliabile in pediatria. L'ingestione di nitrati comporta rischio . l'osmosi inversa elimina i nitrati dall'acqua sino al 99%.

Per ulteriori informazioni sull’Osmosi Inversa si può leggere il resoconto dell’ENEA (Ente per le Nuove Tecnologie, L’Energia e l’Ambiente) sull’Osmosi Inversa.  (Allegato)

Eliminare il calcare nell’acqua.  

Il calcare in eccesso distrugge i nostri elettrodomestici e tubature e fa male anche alla pelle. La soluzione sono gli Addolcitori. Ma attenzione! Questi impianti salvaguardano gli elettrodomestici, le tubature e vi permettono di avere una pelle e capelli più lucidi ma l’acqua addolcita non è di certo più buona o più sana da bere! Per addolcire l’acqua si altera la composizione dell’acqua con una reazione chimica in cui il Calcio è sostituito dal Sodio. Il sodio non fa bene, specialmente per chi soffre di reni, diabete ma anche per tutti gli altri! Dove c’è un addolcitore (a volte sono messi in interi condomini per salvaguardare tubature, caldaie ecc) - DEVE assolutamente essere messo un impianto a Osmosi Inversa nella cucina per avere un’acqua potabile, pura e sicura.

Gli impianti di trattamento delle acque sono una cosa seria.

Trattare le acque ha a che fare con la nostra salute. In base ai Decreti del Ministero della salute possono essere usati a livello domestico solamente i tre tipi citati sopra (Osmosi, Addolcitori e Microfiltrazione) a patto che si seguano le direttive di legge – Su internet è possibile trovare apparecchi che fanno di tutto anche a prezzi incredibilmente bassi. Non è il caso di risparmiare, né di rischiare con un impianto non a norma di legge. Quando si decide di mettere un impianto di trattamento acqua in casa propria è importante avvalersi di una ditta seria. La serietà è data dalle certificazioni che la ditta è in grado di esibire e da come esegue l’istallazione e la manutenzione periodica, da una seria garanzia e assicurazione in caso di danni.

I depuratori da pochi soldi sono spediti a casa da qualche sito internet a volte non italiano e poi s’istallano “fai da te”. Anche la manutenzione è affidata al cliente.

Per legge l’istallazione di un impianto di trattamento dell’acqua DEVE essere fatta a “regola D’arte” da un professionista e va certificata. Copia della certificazione va data al cliente. L’ASL di competenza deve essere avvisata.  La manutenzione deve essere fatta periodicamente. Ditte poco serie vendono questi depuratori domestici e poi “spariscono” ma un impianto che non riceve la dovuta manutenzione può riempirsi di batteri, non depurare granché e diventare perfino dannoso!

I depuratori domestici o impianti di trattamento al punto d’uso, devono essere fatti solo di parti che siano TUTTE approvate “per uso alimentare” - non solo i filtri ma anche ogni tubo, tubetto e raccordo presente nella macchina.  Non potete aspettarvi tutto questo da tutti i depuratori specialmente quelli super economici. Potete aspettarvi che siano stati assemblati chissà dove, senza rispetto delle norme igieniche e che i vari componenti non siano conformi al Decreto del Min. della Salute Italiano.

Come per tutte le macchine esistono le carrette e le Ferrari. Quello che si spende in più oggi potrebbe essere un risparmio domani se si evitano danni per la salute, se l’impianto dura nel tempo e se la ditta fornisce una garanzia e manutenzione seria e un’assicurazione su eventuali danni. Che cosa succede se vi si allaga la casa e danneggiate l’appartamento di un vicino? O se il depuratore vi avvelena? Se avete bisogno di cambiare i filtri e nessuno si fa più vivo? Affidatevi a una ditta seria e trattate la vostra acqua di rubinetto in modo sicuro e avrete acqua sana, pura, oligominerale a casa vostra a un costo irrisorio.  Per maggiori informazioni: www.ecogenia.it 

 
Tag Clouds

Guerra acqua

BENESSERE
IPNOSI
 
BENESSERE
CELLULITE: DIETA E TERAPIE ANTICELLULITE
SUITE A TEMA A NAPOLI. CHE SPETTACOLO!
GLI ULTIMI TRATTAMENTI BENESSERE PIÙ RICERCATI
CAMILLO D’ANTONIO: TRA UOMINI E VANITÀ, SPESSO, LA CHIRURGIA È L’UNICA ALTERNATIVA
COME DOVRESTI COMPORTARTI QUANDO SCOPRI DI ESSERE CELIACO
CLIMATIZZATORI SMART WI-FI DI SAMSUNG
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610