Il piano anticrisi da 80 miliardi: Regala un pesce ma non insegna a pescare.
sulla notizia

 
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Il piano anticrisi da 80 miliardi: Regala un pesce ma non insegna a pescare.

Il piano anticrisi non è niente altro che un regalino di pochi € (tra 200 e 1000) per i più disagiati. Risultati? le famiglie avranno la possibilità comprare qualcosa e poi tutto come prima. Praticamente è come regalare un pesce a chi ha fame invece di insegnargli a pescare per renderlo indipendente

Il piano anticrisi da 80 miliardi: Regala un pesce ma non insegna a pescare.

LA NOTIZIA. Come tutti ormai sanno, il governo ha varato quello che ha nominato, in maniera molto ma molto ottimistico, manovra anticrisi. Vediamone alcuni punti: 

  • Bonus famiglie: Va dai 200€ ai 1000, per le famiglie che hanno un reddito fino ai 22.000€ e35.000€ per chi ha un portatore di handicap.
  • Tetto per i mutui: Lo stato, quindi tutti i cittadini attraverso le tasse, coprirà l'eccedenza rispetto al 4% sui mutui vecchi a tasso variabile.
  • Detassazione straordinari. Nessuna detassazione degli straordinari. Ragionevole se si pensa che le aziende, a causa della crisi, più che fare straordinari stanno lavorando meno.
  • Studi di settore. Verranno rivisti i parametri degli studi di settore tenendo conto della crisi e quindi dell'effettiva difficoltà delle attività.

RISULTATI

. Anche se il governo la stà passando come una panacea per superare la crisi, i cittadini avranno solamente qualche spicciolo in più una tantum verso febbraio-marzo 2009 e poi tutto come prima. Berlusconi è stato capace di dire che l'Italia uscirà più velocemente e meglio degli altri paesi da questa crisi. A noi basta anche di trovarci in media europea, cosa che non avviene dalla 1° Repubblica.

 

 

SOLUZIONI. Anche se i governi non hanno l'interesse, e le opposizioni sono solamente distruttive. La vera soluzione per il Paese sarebbe quella di svecchiare l'economia: Innanzitutto eliminare i monopoli e le classi privilegiate come i notai, i professori universitari, i politici, ...; portare molta più concorrenza e non solamente una falsa concorrenza come per la Benzina dove le aziende fanno "Cartello"; trasformare le università in aziende che "sfornano" ragazzi capaci e competenti (praticamente e non teoricamente) nel mondo del lavoro; abbassare la pressione fiscale soprattutto per chi crea lavoro e fa produzione; permettere la libertà di stampa, oggi la politica gestisce olte il 99% dell'informazione;

PERCEZIONE DELLE PERSONE. La gente sarà contenta di questa manovra, infatti sapere di poter contare su qualche centinaio di euro in più è bello. Peccato che nessunno pensa che non risolverà un bel niente.

Insomma la solita legge populista.

 
ECONOMIA & FINANZA
 
ECONOMIA & FINANZA
SI PUÒ DIVENTARE RICCHI PRIMA DELLE 8 DI MATTINA?
CONTO DEPOSITO: PERCHÉ SCEGLIERLO?
IPERPRICE: IL POPOLO DI CHI FA SHOPPING IN RETE SCEGLIE LA BANDIERA DEL PREZZO MIGLIORE
I TREND MODA PER L’INVERNO 2017-2018
OROLOGI PER RAGAZZI: MODELLI DA REGALARE
ONORARI AVVOCATO: SENZA UN ACCORDO FANNO FEDE I PARAMETRI FORENSI
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610