Siamo alle solite. Goldman Sachs è tornata a macinare soldi
sulla notizia

 
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Siamo alle solite. Goldman Sachs è tornata a macinare soldi

La superbanca Goldman Sachs, salvata con il denaro dei contribuenti statunitensi, è tornata a giocare da protagonista sul mercato finanziario globale

Siamo alle solite. Goldman Sachs è tornata a macinare soldi

Circa un anno fa la banca che è tutte le banche, il sistema che è tutti i sistemi, la piovra finanziaria e politica chiamata Goldman Sachs seguiva a ruota, nel tragico settembre 2008, le sorti, fallimentari, della sua storica rivale: la Lehman Brothers.
Erano due fallimenti: il fallimento di una politica finanziaria spregiudicata e irresponsabile e, per certi versi, s’incrinava il sogno americano, in quanto entrambe le superbanche d’affari erano state fondate da immigrati in cerca di fortuna.
Lehman Brothers e Goldman Sachs erano due colossi mondiali che giocavano, e da player vincenti, sullo scacchiere economico internazionale ora da protagoniste e ora da garanti della finanza globale, allungando le mani su aziende, stati e banche in tutto il mondo.

In Italia ha sempre coltivato l'hobby dei mattoni, conducendo in porto, soprattutto dall'inizio del 2000, tutta una serie di operazioni.
Senza contare il ruolo svolto dalla Goldman Sachs nell’estate delle scalate ad Antonveneta e Bnl, scalate nelle quali aveva il cardinale ruolo di “advisor”, ai tempi il referente in Italia e in Europa per Goldman Sachs era Mario Draghi, poi diventato Governatore di Bankitalia.
Un’altra peculiarità della Goldman Sachs è la sua longa manus politica e la leggenda che “chi è stato in Goldman Sachs rimmarrà uomo Goldman Sachs a vita”.
In Italia sono passati per la superbanca i vari Mario Monti, Romano Prodi e Gianni Letta, e i meno conosciuti, ma inseriti in ruoli cardine Massimo Tononi e Claudio Costamagna.
E grazie a questa “pervasione politica” Goldman Sachs è stata salvata, diversamente dalla Lehman Brothers, grazie ai contribuenti statunitensi e grazie al piano Paulson, segretario dell’economia con George Bush ed ex Goldman Sachs.
Adesso, Goldman Sachs ha annunciato i profitti trimestrali più elevati della sua storia: 3,44 miliardi di dollari, corrispondenti a 4,58 dollari per azione, battendo del 29 per cento le previsioni degli analisti.
La crisi è finita? No! Ovviamente, e non potrebbe essere altrimenti, non è tutto oro quel che luccica, e se la performance di Goldman Sachs, e di JP Morgan altra miracolata con i soldi della povera gente, sono state veramente straordinarie, quelle delle altre banche no.
Anche qui niente di nuovo alla luce della forza della “Lobby Goldman”.
Ricapitoliamo per sommi capi. Una banca con propaggini praticamente in tutto ciò che c’è di produttivo sul pianeta per decenni si è arricchita grazie alla sua forza finanziaria e politica, entrando da protagonista in ogni merger di rilievo, ora arraffando e ora arbitrando la transizione.
Questa superbanca è stata agevolata in passato dalla sua forza politica e da una dissennata ingegneria finanziaria e nel momento del bisogno è stata, caso quasi unico, salvata con il denaro dei contribuenti, gli stessi che in non rari casi ha imbrogliato, attesa la sua posizione nell’arena competitiva economica.

 

Adesso è tornata macinare soldi su soldi.

E’ bene dire però che i profitti ottenuti derivano principalmente da condizioni di mercato eccezionali e difficilmente ripetibili.
Con tassi di interesse pressoché nulli, forti rialzi azionari, e una valanga di collocamenti di titoli, i settori del trading e dell'investment banking hanno messo a segno profitti record.
Ma tutto ciò può essere irrilevante.
Va rilevato e sottolineato invece il ritorno della superbanca Goldman Sachs.
E allora tornano ad essere buoni i consigli dei trader di una volta: “Se volete seguire il flusso dei soldi guardate gli investimenti Goldman Sachs”.  

                                                                  Massimo Bencivenga

 
Tag Clouds

Goldman Sachs

Wall Street

Fallimento

Lehman Brothers

ECONOMIA & FINANZA
 
ECONOMIA & FINANZA
SI PUÒ DIVENTARE RICCHI PRIMA DELLE 8 DI MATTINA?
CONTO DEPOSITO: PERCHÉ SCEGLIERLO?
IPERPRICE: IL POPOLO DI CHI FA SHOPPING IN RETE SCEGLIE LA BANDIERA DEL PREZZO MIGLIORE
I TREND MODA PER L’INVERNO 2017-2018
OROLOGI PER RAGAZZI: MODELLI DA REGALARE
ONORARI AVVOCATO: SENZA UN ACCORDO FANNO FEDE I PARAMETRI FORENSI
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610