Marine Le Pen ha vinto o no?
sulla notizia

 
Politica  »  Esteri  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Marine Le Pen ha vinto o no?

Gran parte dei giornali italiani mainstream ha parlato delle elezioni dipartimentali francesi come argine alla deriva verso l’estrema destra della Francia. Ma è davvero andata così?

Marine Le Pen ha vinto o no?

In realtà le Front National è stato il primo partito, superato solo dall’alleanza tra Ump-Udi-MoDEM, con il partito di Sarkozy intorno al 20% e con la coalizione a poco meno del 30%. Mentre il Front National, da solo, è al 25%, percentuale che ha permesso a Marine Le Pen di andare a un ballottaggio su due.

A uscirne peggio di tutti è il PS, che non vince una elezione da quando Hollande è Presidente della Francia. Allora perché si sottostima la performance di Marine Le Pen e del Front National? Onestamente non lo so. Fatto sta che i giornali parlano solo di argine e rinsavimento della Francia verso politiche xenofobe e da ultradestra. 

Ma, ancora una volta, le cose non stanno affatto così.

A votare, per la prima volta per Marine Le Pen, che alle ultime cantonali prese circa il 15%, sono stati anche, passatemi i termini, immigrati e coloniali integrati che non ne possono più dei socialisti, dei radical chic parigini, di una certa accondiscendenza verso le politiche europee e verso gli sbarchi di Lampedusa.

Va detto che Parigi e Lione hanno in parte respinto la blueu marine, che però è riuscita a sfondare tra classi sociali che prima non la votavano, come la piccola e media borghesia delle Antille, come gli agricoltori dei pirenei, come i minatori, come i piccoli impresari.

Tutta gente anni fa ostile a discorsi della droite lepenista del padre prima della figlia poi.

E invece, sui giornali è tutto un leggere di vittoria di Sarkozy sconfitta di Marine Le Pen. Gli analisti politici dicono infine che, sia pure a fronte di un forte astensionismo, il Front National di Marine Le Pen è l’unico partito che, molto probabilmente, ha aggiunto nuovi elettori.

Non solo, ma per non pochi analisti, il forte astensionismo avrebbe in realtà più che altro danneggiato, non già gli altri partiti, ma proprio il Front National. Infine, sempre andando un po’ a vedere meglio i flussi di voto, il forte astensionismo generale, e quello molto più alto nelle fasce meno abbienti (sintomo di una scollatura con la politica) possono rappresentare un ulteriore volano per la Le Pen.

Insomma, queste persone che non hanno votato adesso, e gli strati più poveri della nazione, la prossima volta potrebbero decidere di votare, perlomeno una maggioranza relativa degli stessi, proprio Le Pen e il suo Front National, che parla una lingua più comprensibile e più vicina alle esigenze della Francia di questi anni.

E invece in Italia si parla di sconfitta per Marine Le Pen.

 

Massimo Bencivenga 

 
Tag Clouds

Hollande

elezioni

POLITICA
INTERNI
ESTERI
 
ESTERI
ALGORITMI VS HACKER. OBAMA HA DATO IL LÀ ALLA PRIMA GUERRA CIBERNETICA?
PRESIDENZIALI USA 2016. IL POPOLO REPUBBLICANO NEI SONDAGGI VORREBBE RAND PAUL CANDIDATO
JONI ERNST È UNA STORIA. E I REPUBBLICANI INTENDONO SFRUTTARLA PER LA CORSA A USA 2016
YANIS VAROUFAKIS, L’AMANTE DELLA TEORIA DEI GIOCHI HA FATTO LA SUA MOSSA
CHI È TED CRUZ, TEXANO, CANDIDATO DEI REPUBBLICANI ALLA CASA BIANCA?
PRESIDENZIALI USA 2016. UNO SGUARDO AI CANDIDATI REPUBBLICANI
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610