La politica in Italia? Grande la confusione sotto il cielo, la situazione eccellente..
sulla notizia

 
Politica  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

La politica in Italia? Grande la confusione sotto il cielo, la situazione eccellente..

Mai come questa volta mi sento di citare Mao, in Italia la confusione, il fuggi fuggi, il si salvi chi pu all'ordine del giorno

La politica in Italia? Grande  la confusione sotto il cielo, la situazione  eccellente..

Grande è la confusione sotto il cielo, la situazione è ottima disse grosso modo il leader Mao.
Grande è al confusione sotto il cielo politico italiano.
La Convention di Futuro e Libertà per l’Italia ha fatto capire che, forse, e dico forse, Gianfranco Fini ha in mano la spina che tiene in vita il sempre più traballante Governo Berlusconi IV (anche se molti dicono III). Mai come in questo momento il premier è sotto assedio, prova ne sono i frequenti sbalzi d’umore oscillanti tra un cupo pessimismo di “ora ho tutti contro” ed i soliti deliri di onnipotenza “il mio nome sulla scheda vale da solo il 25%”. Vediamo un di fare qualche analisi.

Il pensiero dei teorici del complotto atlantico:

Gli Usa e la Gran Bretagna hanno abbandonato Berlusconi da quando questi ha cercato accordi energetici con i “nemici”;  Gladio è sempre attenta a mettere a capo dell’Italia un premier atlantico: nome del premier preferito? Mario Monti e Mario Draghi, ex uomini Goldman Sachs.
Apro e chiudo rapidamente un inciso: un altro uomo Goldman Sachs, Massimo Tononi, ex sottosegretario non democraticamente eletto al tesoro nel Prodi II, è stato piazzato nel Cda di Borsa Italiana.
Opinione personale: delirii di gente con troppo tempo libero.

 

 

Lega Nord: Umberto Bossi  sta cercando di mediare tra Fini e Berlusconi. Motivo? Bossi vuole il federalismo ed ha paura che la crisi non porti subito alle elezioni (lì si sente sicuro) ma ad un governo tecnico e di transizione che tutto farebbe tranne che le riforme che vorrebbe.
L’unica cosa che lo trattiene dal tradimento è la non certezza riguardo alle elezioni subito.

Pdl: Caos totale, quasi ai livelli del centrosinistra. Oltre ai peones di FLI, si registrano i forfait di Biondi e Musso; Augello ha presentato la mozione dei 25 parlamentari che vogliono contare di più; Miccichè ha il suo Pdl in Sicilia (e ricordatevi che nella Seconda Repubblica la Sicilia ha sempre fatto da apripista e da laboratorio) in aperto contrasto con il Pdl ufficiale di Alfano e Schifani. S’invoca un nuovo direttivo ed un nuovo coordinatore (Alfano?) in luogo del Triumvirato La Russa-Bondi-Verdini, quest’ultimo con non poche grane da risolvere sul versante giustizia.
Bondi piange per il padrone, La Russa digrigna i denti mentre la Santanchè prepara dossier su dossier insieme al suo compagno.
Da registrare la fedeltà delle donne del partito, anche se la Carfagna sembra volersi smarcare e cominciare a camminare con le sue gambe, a partire dalla Campania di Nicola Cosentino.
Si cerca di vendere ottimismo, ma l’aria è pesante, come riporta anche Mario Valducci, il primo tesoriere di Forza Italia nel 1994 e tra i fondatori del partito con Antonio Martino e Antonio Tajani. Proprio Antonio Martino potrebbe essere un altro deluso pronto al salto. Come pronto sembrerebbe anche il suo amico Beppe Pisanu, dato come papabile numero uno come premier di transizione capace di risultare gradito al Pdl, a Fini e a Casini.

Idv: Vuole le elezioni. Fortissimamente. Di Pietro sta cercando di battere il ferro finchè è caldo, sta cercando di convincere Bersani ad un ‘azione volta a capire “Fini che vò fa?”.

Udc: Non morirò berlusconiano disse una volta Casini, chiede continuamente le dimissioni ed un governo di sanità, ed è convinto che il medico sia lui. In caso di elezioni sembra in ripresa rispetto a 2 anni fa quando il “voto utile” quasi lo buttò fuori dal Parlamento. Potrebbe entrare a far parte di un governo di transizione con Fini e Rutelli, ma senza parte dell’opposizione e parte del Pdl non hanno i numeri.

Vendola: Scheggia impazzita della parte left italiana, fa paura a tanti, anche al Pd.

Pd: Correnti e correntine, molti intorno a D’Alema e Veltroni, ma anche qualcuno per i fatti suoi, come gli ex Dc o gli Eco-Dem, già ci sono anche loro.
Hanno un segretario, ma non un leader e tantomeno una strategia.
Una loro vittoria, ipotetica, ma non si può mai sapere, sarebbe ugualmente dannosa per il paese: troppe anime in un contenitore, piccolo peraltro.
A ben vedere Arturo Parisi fu profetico quando parlò di partito nato da una “fusione a freddo”.

Napolitano:  La recente citazione di Luigi Einaudi va interpretata come un guanto di sfida.
L’uomo del Colle sembra pronto alla battaglia per preservare, proteggere e difendere la Costituzione.
Chiariamo subito alcuni concetti perché quelli della maggioranza nell’eventualità la racconteranno a modo loro.
Qualora non esistesse più la maggioranza il Capo di Stato ha la facoltà di dare mandato per trovare una nuova maggioranza. Pertanto, un nuovo governo è possibile e legittimo.
Il Capo di Stato non ha nessun obbligo, se non di cortesia, verso il premier uscente.
Può incaricare lui di cercare di metter su una nuova maggioranza, ma non trattasi di un obbligo.
Basti pensare come si comportò Oscar Luigi Scalfaro quando sparigliò le carte e chiamò Carlo Azeglio Ciampi.
Se Lord Giorgio Napolitano desse mandato a John Doe di fare un governo, e questi riuscisse a trovare una maggioranza, tutto ciò sarebbe legittimo e costituzionale.

Checchè ne potrebbero dire i Bossi e i Berlusconi di turno.

Grande è la confusione.

Massimo Bencivenga
   

 
Tag Clouds

Governo

elezioni

Berlusconi

politica

Fini

POLITICA
INTERNI
ESTERI
 
POLITICA
IL NUOVO PREMIER? ENRICO LETTA O GIULIANO AMATO. E VIA AL TOTO-MINISTRI
PRIMO SCRUTINIO. VINCE UN FRANCO, MA NON MARINI. E IL FRANCO TIRATORE
LE POLITICHE DEL 2013 E L'IMPORTANZA DEL SESTO POTERE: LA RETE
SPRECHI NEL LAZIO. E NEL RESTO DELL'ITALIA
ELEZIONI 2012. UNO SGUARDO ALLA CREATIVIT DELLE CIVICHE E ALL'ANAGRAFE DEI CANDIDATI
PISANU E MONTEZEMOLO, LA POLITICA COMINCIA A MUOVERSI PENSANDO AL FUTURO..
 
 
contatti

SullaNotizia - Giornale Online